Notizie

Notizie

Il Ministro del Turismo Santanchè  interviene all’Assemblea nazionale di  Assointrattenimento 

Il Presidente di Assointrattenimento e il Consiglio Direttivo di Assointrattenimento, ringraziano il Ministro del Turismo Daniela Santanchè, il Sen. Maurizio Gasparri, il Sen. Marco Croatti, la Sen. Lavinia Menuni, il. Cons. Com. Fabrizio Santori, Carlo de Romanis, per la loro partecipazione all’ Assemblea dell’associazione, così come un  ringraziamento speciale è rivolto alla Presidente di Federturismo Confindustria  Marina Lalli.

In apertura dei lavori   il Presidente di Assointrattenimento, Luciano Zanchi ha sottolineato come  “Il settore dell’intrattenimento italiano è ad un bivio storico, le scelte che il Governo si accinge a prendere in relazione ai temi economici e fiscali, saranno determinanti per la sopravvivenza stessa di tutto il comparto: il 40% delle imprese del settore è già scomparso a causa della pandemia e delle misure di sostegno governative del tutto insufficienti, ma un altro 20% rischia la chiusura se non saranno adottate iniziative serie che restituiscano sostenibilità economica alle aziende. Gli autorevoli interventi del Ministro e dei Parlamentari presenti sono una pietra miliare affinchè il Governo comprenda  le dinamiche del settore e finalmente proceda agli interventi necessari per la sopravvivenza dell’intero settore industriale dell’intrattenimento”

Le urgenti misure richieste vanno dall’abolizione dell’ISI alla riduzione dell’aliquota iva sui biglietti d’ingresso (così da armonizzare il settore intrattenimento con gli altri comparti dello spettacolo), alla riduzione della TARI (paramentrando i l tributo agli effettivi giorni di esercizio dell’attività).

Si prende atto inoltre, con favore, degli interventi già decretati dal governo  in relazione al caro bollette.

Il  Ministro del Turismo, Daniela Santanchè, nel suo intervento,  ha affermato che “I problemi del settore intrattenimento sono davvero tanti, chi ci lavora sa che deve fare una corsa ad ostacoli e ogni volta c’è un governo che sposta il traguardo un po’ più in là. Tutte le vostre richieste le conosco bene. Quello che chiedete non posso dire che lo faremo domani perché non sono abituata a dire bugie, per me le parole hanno un peso. Ritengo inoltre che ci sia anche un problema di percezione: non siamo la “cultura dello sballo”; si deve far capire che chi fa questo mestiere fa un servizio legato alla socialità. Siamo stati massacrati dal Covid, moltissime aziende hanno chiuso e non riapriranno mai più, ma il Covid ci ha insegnato che non si possono lasciare i ragazzi soli davanti alla Playstation o al mobile. Ora è importante liberare le energie, non mettere i bastoni tra le ruote a chi vuole lavorare

Soddisfazione  è stata espressa dalla Presidente di Federturismo  Confindustria, Marina Lalli che alla fine dell’Assemblea ha dichiarato: “Quello di oggi è stato un momento importante di confronto per fare insieme una riflessione sulle sfide che ci attendono in futuro, come rappresentanti di un comparto che più di tutti ha patito e sta patendo le conseguenze di questa crisi . Il mondo delle discoteche, che con il covid si è visto cancellare 1000 aziende e licenziare 30.000 dipendenti, è strettamente connesso all’industria del turismo, fondamentale in termini di prodotto interno lordo, di creazione di occupazione e di offerta. Abbiamo il dovere di proteggerlo e per questo Federturismo ha realizzato, anche grazie al contributo di Assointrattenimento, un documento in cui chiediamo strumenti di tutela per il nostro tessuto economico. Il turismo, come abbiamo più volte avuto occasione di ripetere, è un settore assolutamente trasversale e per questo occorre, ancora di più, fare in modo che nessuno dei suoi segmenti venga lasciato indietro”

Roma, 23 novembre 2022                                                                 Il Presidente dott. Luciano Zanchi

Notizie

ASSEMBLEA NAZIONALE ASSOINTRATTENIMENTO

Gentile Socio,

Ti informiamo che in data 22 novembre 2022 ore 14,30 si terrà l’assemblea nazionale di Assointrattenimento Confindustria. L’assemblea quest’anno avrà luogo a ROMA in sede Confindustria via dell’Astronomia, 30 –  sala “A” . Dati i temi trattati,  nonché gli importanti ospiti, ti invitiamo a partecipare. Essere presenti è essenziale  e significativo in quanto porteremo la nostra voce e le nostre richieste a livello parlamentare e nazionale. Dalle 15 in poi, Oltre la presenza dei membri del consiglio direttivo, interverranno tra gli altri:
Il Ministro del Turismo Sen Daniela Santanchè
La Pres. FederTurismo Dott.ssa Marina Lalli
On. Sen. Marco Croatti (M5S)
On.Maurizio Gasparri (FI)
On. Sen. Lavinia Mennuni (FDI)
In allegato il programma dettagliato.
Dai il tuo contributo. La sera sarà organizzato un apericena dove potrai confrontarti con i colleghi e i vertici dell’associazione. Ti aspettiamo. E’ gradita la conferma.

Grazie.

il Presidente

Luciano Zanchi

Notizie

10 NOVEMBRE 2022 AVVISO ALLE AZIENDE DELLA REGIONE LOMBARDIA

Vi comunichiamo che la Regione Lombardia,  con decreto n. 15223/2022  ha approvato il “Bando di sostegno alle imprese di intrattenimento da ballo”, che alleghiamo alla presente comunicazione.

Per presentare domanda è necessario utilizzare la piattaforma “Bandi Online”, dove è disponibile tutta la modulistica editabile. 

La relativa finestra è già aperta e chiuderà il 25 novembre 2022 alleore 16.00.

Il Presidente

Dott.  Luciano Zanchi

Notizie

Comunicato Stampa Roma, 3 novembre 2022

RAVE PARTYE SPETTACOLI ABUSIVI: NECESSARIO FERMARE ATTIVITÀ ILLEGALI

Si rispettino le regole ed ogni settore eserciti l’attività consentita.

Assointrattenimento da anni segnala – con esposti alle Pubbliche Autorità – rave party e manifestazioni abusive di pubblico spettacolo del tutto illegali che, spesso, sono organizzate anche all’interno di pubblici esercizi. 

Raramente è stata data pronta risposta dalle Autorità preposte così come raramente sono state messe in campo azioni decise volte a interrompere queste attività illegali e rischiose.  

Abbiamo riscontri in tutto il paese, a partire da Pavia, Forlì, Cesena, Rimini, Salerno, Alessandria, Bergamo e così via: innumerevoli segnalazioni a cui non è conseguita un‘adeguata risposta da parte delle Autorità preposte al controllo che, di fatto, hanno tollerato questa dilagante deriva verso un abusivismo incontrollato. 

Usando le parole del nostro Presidente: “Si assiste inermi alla diffusa prassi per cui molti locali serali offrono ballo e intrattenimento in assenza delle relative autorizzazioni, usufruendo di un tacito silenzio/assenso e di una sempre più conclamata inerzia da parte delle Autorità locali preposte ai relativi controlli. Cosi facendo, oltre a prodursi una concorrenza sleale in danno al nostro settore, si moltiplicano le situazioni di potenziale pericolo per l’incolumità delle persone”.

Asso intrattenimento chiede a gran voce il rispetto della regole ed auspica che l’operazione di sgombero attuata nel rave party di Modena sia la prima mossa dello Stato per il ripristino della legalità in ogni settore del Pubblico Spettacolo, per  la difesa della sicurezza pubblica,  della salute dei nostri giovani e del sano divertimento.

      Il Presidente

dott.  Luciano Zanchi

Tel cell. 338 1301323

Notizie

1° novembre 2022 COMUNICATO STAMPA

RAVE PARTY ILLEGALI: ASSOINTRATTENIMENTO PLAUDE AL MINISTRO DELL’INTERNO. LA LEGGE VA RISPETTATA.

Assointrattenimento da anni segnala con esposti alle Pubbliche Autorità l’organizzazione di rave party illegali. 

Raramente abbiamo ricevuto risposta dalle Autorità preposte così come raramente sono state messe in campo azioni decise per il rispetto della legalità e per l’immediata interruzione di tali attività illegali e altamente pericolose.  

Di fatto, gli organizzatori dei rave- party illegali, hanno cavalcato il permissivismo eccessivo delle Pubbliche Amministrazioni, anche locali, ed hanno fruito di un tacito silenzio-assenso e di una sempre più conclamata inerzia da parte delle Autorità preposte ai relativi controlli.

Assointrattenimento ringrazia pertanto il Ministro dell’Interno e le Forze dell’Ordine per l’intervento avvenuto in occasione del rave-party di Modena e auspica che ciò rappresenti la prima ferma risposta dello Stato per il ripristino della legalità e per  la difesa della sicurezza pubblica e della salute dei nostri giovani.

  Il Presidente

Dott.  Luciano Zanchi

Notizie

14 OTTOBRE 2022 COMUNICATO AGLI ASSOCIATI ED AGLI OPERATORI DEL SETTORE

Dopo l’incessante lavoro di Assointrattenimento di questi ultimi due anni, con importanti risultati ottenuti sia a livello Nazionale che a livello Regionale, in attesa dell’insediamento del nuovo governo, forniamo il programma che segnaleremo al prossimo esecutivo relativo a interventi urgenti a sostegno delle imprese di intrattenimento e spettacolo con riguardo alle discoteche e sale da ballo. 

INTERVENTI STRATEGICI 

  1. Abolizione dell’Imposta sugli Intrattenimenti (ISI) oggi pari al 16% del biglietto di ingresso; 
  2. Riduzione dell’aliquota IVA al 10% (oggi al 22%) sul biglietto di ingresso negli eventi di intrattenimento danzante volta ad armonizzazione il settore con gli altri comparti dello spettacolo;  
  3. Armonizzazione della capienza dei locali ai coefficienti europei;
  4. Lotta all’abusivismo nel pubblico spettacolo con proposta di chiusura dei normali Pubblici esercizi alle ore 01.00;
  5. Adeguamento degli orari di somministrazione alcolici all’attività di pubblico spettacolo;
  6. Modifica o abolizione dell’art. 100 T.U.L.P.S. ;
  7. Parametrare pagamento tasse rifiuti ai giorni effettivi di utilizzo delle nostre aziende.

INTERVENTI URGENTI ENTRO I PRIMI 100 GIORNI DI GOVERNO

  1. Contributi governativi  per sostenere le aziende nel  pagamento dell’energia elettrica e del gas;
  2. Interventi mirati a fondo perduto per sostenere le imprese fortemente provate da due anni di epidemia;
  3. Riduzione delle imposte e tasse;
  4. Crediti di imposta sulle locazioni commerciali e sugli affitti d’azienda;
  5. Rottamazione Ter;
  6. Interventi per le aziende a sostegno dell’occupazione e dei lavoratori; 
  7. Riconoscimento formale delle attività di pubblico spettacolo come attività culturali e turistiche.

Per approfondire i sopraccitati temi e per raccogliere eventuali suggerimenti dal mondo imprenditoriale sarà organizzata,  a Roma, un assemblea aperta a tutti gli imprenditori. A brevissimo daremo indicazioni su data e luogo.

Buon Lavoro.

Roma, 14 ottobre 2022

  Il Presidente 

                Luciano Zanchi

Notizie

5 OTTOBRE 2022 MINISTERO DELLA CULTURA EMANA AVVISO PUBBLICO A SOSTEGNO DELLE ATTIVITA’ DI SPETTACOLO DAL VIVO –

E’ stato editato un Avviso pubblico diretto a promuovere e sostenere, nell’anno 2022, attività di spettacolo dal vivo – negli ambiti del teatro, della musica, della danza e del circo, a carattere professionale di produzione, programmazione e promozione per il rilancio culturale ed economico dei territori e delle attività nella fase post-pandemica.

Possono presentare domanda di contributo gli organismi professionali, individuati ai sensi del decreto ministeriale 27 luglio 2017 e successive modifiche, aventi sede legale in Italia, operanti nel settore dello spettacolo dal vivo, che non siano beneficiari di contributi a valere sul Fondo Unico per lo Spettacolo per il triennio 2022-2024.

Le proposte progettuali presentate saranno valutate secondo i criteri di cui all’art. 44, comma 3 e seguenti, del D.M. 27 luglio 2017 e ss.mm.ii.

L’Avviso pubblico 5 ottobre 2022, Rep. n. 1348, definisce le modalità di presentazione delle domande e le procedure di concessione.

Termine perentorio per la presentazione delle domande tramite la piattaforma FUSonline è il 25 ottobre 2022, alle ore 16.00.

Di seguito si allega il bando integrale.

Buon lavoro.

 Il Presidente 

Luciano Zanchi

Notizie

5/10/2022 – RISTORI PER LE DISCOTECHE CON SEDE IN EMILIA ROMAGNA. AFFRETTARSI A PRESENTARE LA RICHIESTA: SCADENZA BANDO 20 OTTOBRE 2022

Nuovo intervento della Regione Emilia Romagna per il settore discoteche e sale da ballo: la Regione interviene a sostegno del settore con un nuovo pacchetto da 1 milione di euro.

Assointrattenimento ringrazia il Governatore Stefano Bonaccini.

A supporto delle imprese che gestiscono attività particolarmente colpite dall’emergenza COVID19. Discoteche e sale da ballo ed altri,   è aperto in questi giorni un  nuovo bando della Regione Emilia-Romagna, che è gestito da Unioncamere ER.

COME FARE PER ACCEDERE AL FINANZIAMENTO:

Le domande di contributo devono essere inviate dal rappresentante legale del soggetto richiedente esclusivamente per via telematica, pena la non ammissibilità delle stesse, attraverso la piattaforma RESTART restart.infocamere.it  dalle ore 10 del 27/09/2022 alle ore 12 del 20/10/2022

Le richieste di informazioni relative alle modalità tecniche di presentazione delle domande tramite l’utilizzo della piattaforma  https://restart.infocamere.it possono essere inviate attraverso il modulo online disponibile nella sezione “Aiuto e contatti” presente nella piattaforma RESTART.

L’istanza non è soggetta all’imposta di bollo. A ogni impresa è consentito presentare una sola domanda di ristoro. 

Ai fini dell’ammissibilità al contributo, le imprese dovranno essere in regola con gli obblighi contributivi.

Si invitano i potenziali beneficiari a verificare la propria regolarità contributiva nei confronti di INPS e INAIL (DURC). Il soggetto richiedente sarà considerato in regola, quindi ammissibile al contributo, qualora alla data del 31 gennaio 2023 Unioncamere Emilia-Romagna acquisisca un DURC regolare attraverso le piattaforme di INPS e INAIL. Se, a quella stessa data, l’esito della consultazione rilasciasse, tra gli altri, i risultati di “irregolare”, “in verifica”, “non disponibile”, il soggetto richiedente sarà considerato definitivamente inammissibile ai fini dell’erogazione del contributo. 

Buon lavoro .

 Il Presidente

Luciano Zanchi

Notizie

COMUNICATO STAMPA – 5 Settembre 2022

Il senatore Maurizio Gasparri ha incontrato una delegazione di Asso Intrattenimento, aderente a Confindustria, per valutare la crisi del settore che in questi anni ha dovuto scontare lo stop forzato causato dalla pandemia e ora anche dalle conseguenze dei costi dell’energia e “ho assicurato, dichiara Gasparri, la massima disponibilità di Forza Italia” che ritiene l’attività delle discoteche e delle sale da ballo fondamentale, anche in connessione all’attività del turismo, fondamentali in termini di prodotto interno lordo, di creazione di occupazione, di offerta per una vasta clientela interna e internazionale. Bisognerà varare un pacchetto di interventi urgenti, che prevedano contributi per la riqualificazione dei locali, per garantire che queste attività si svolgono in modo da non pregiudicare il contesto circostante e quindi gestendo gli aspetti acustici. Come per tutte le imprese bisogna facilitare l’accesso al credito bancario, estendendo il meccanismo delle garanzie di ultime stanza da parte delle istituzioni. Bisogna poi tener conto della crisi causata dal Covid dal 2020 al 2022, con interventi relativi alla Tari, all’Imu e all’Irap, che vanno cancellate definitivamente, considerata la inattività forzata di quel lungo periodo. Al settore dell’intrattenimento bisogna dare una risposta agendo, in termini generali, con la rottamazione delle cartelle e con la riduzione del cuneo fiscale. Bisogna poi affrontare il tema dell’Iva, da ridurre dal 22 al 10% per questo settore come per altre attività dell’intrattenimento e del turismo. Il tutto attuando anche un’azione tesa a combattere l’abusivismo e avviando una riflessione sulle norme che possono causare la sospensione delle licenze. Questi locali possono anzi diventare un luogo di prevenzione e di informazione per contrastare tutte le forme di dipendenza, sia da droghe che da sostanze alcoliche.

Notizie

BONUS DISCOTECHE E SALE DA BALLO: RICONOSCIUTA LA MISURA DEL CONTRIBUTO.

L’Agenzia delle Entrate ha stabilito la misura del contributo a fondo perduto spettante ai gestori di discoteche, sale da ballo, night club e simili le cui attività, al 27 gennaio 2022, risultavano chiuse a causa delle misure anti-Covid (art. 1, comma 1, del DL 4/2022). Il contributo spetta in misura pari ad € 22.002 o, se inferiore, all’ammontare residuo degli aiuti fruibili da ciascuna impresa sulla base dei dati indicati nell’istanza, riguardo ai limiti previsti dalla sezione 3.1 del Temporary Framework.
(Provvedimento n. 244635 del 28/06/2022)